03

Ott

Come Scrivere Contenuti di Qualità sul Blog

Category : Copywriting, SEO / by

Avete un sito web personale o avete un e-commerce per vendere prodotti su internet? La cosa non cambia, quello che cercate è portare sul vostro sito il maggior numero di visitatori possibile. Di sistemi ne avrete sentiti parecchi, uno di questi, è la “qualità dei contenuti”. Tante volte avrete sentito parlare della frase divenuta ormai celebre in rete: “The content is king“, che tradotto in italiano significa: “Il contenuto è il Re”. Però, vi sarete sicuramente domandati che cosa bisogna fare e che procedure seguire per fare un contenuto di qualità.

The content is King: I contenuti di qualità

In questa guida, vi spiegherò come fare un contenuto di qualità. Non vi farò perdere tempo con la solita lettura di un articolo dove troverete le solite informazioni come “scrivete per gli utenti e non per i motori” o cose del genere. Puntiamo subito al sodo, ma per farlo, dobbiamo per forza affrontare alcuni argomenti che sono necessari per capire come realizzare un contenuto di qualità. Iniziamo quindi con l’affrontare alcuni argomenti che sicuramente vi toglieranno molti dubbi.

Il CMS Utilizzato

Che CMS utilizzate? Non importa. Che voi usiate WordPress, Joomla o semplice pagine in HTML e CSS non ha importanza. La cosa importante è il contenuto, non è il CMS che magicamente vi farà posizionare al meglio i vostri articoli. Molti webmaster e SEO preferiscono utilizzare il celebre CMS WordPress perché è molto facile e veloce da utilizzare. Con i plugin, è possibile ottimizzare ulteriormente le proprie pagine web con l’implementazione dei dati strutturali. Però, datemi retta, non è indispensabile. I dati strutturali servono per far capire a Google che cosa trattiamo e alcuni elementi all’interno del nostro articolo. In realtà, Google non è così ignorante, sa benissimo riconoscere un argomento e sa benissimo come trattarlo.

Il TAG Titolo H

Il titolo della pagina è importantissimo. Questo è indiscutibile. Avrete sentito dire un mucchio di volte di scelta delle parole chiavi da utilizzare nel titolo e di posizionarle davanti. Una o due parole chiavi con cui vi volete posizionare vanno inserite nelle prime posizioni del titolo. Questo è vero, ma vi possono assicurare che potete posizionarvi con parole chiavi che nemmeno le avete inserite nel titolo. Comunque, tenete per buono questo concetto delle parole chiavi nel titolo. Non sottovalutate però il tag h2. Anche con questo tag potete posizionare svariate parole chiavi. Sui tag H1 e H2 si potrebbe scrivere parecchio, per un contenuto di qualità sono importanti, ma vi consiglio di utilizzarli semplicemente in maniera “naturale”. Per il titolo (H1) utilizzate le parole chiavi con cui vi volete posizionare all’inizio del titolo. Con i paragrafi (H2) suddividete gli argomenti come se fossero i paragrafi di un libro. Se volete, all’interno di un paragrafo, metteteci un sotto-paragrafo H3.

Keyword Density

Ne avrete sentito parlare tantissimo della Keyword Density, non starci dietro a diventar matto. La penalizzazione per Keyword Stuffing esiste, ma è ovvio, se continuate a ripetere le stesse parole chiavi in maniera ossessionata è ovvio che state facendo di tutto per cercare di fregare un motore di ricerca. Una parola chiave all’interno di un contenuto, anche piuttosto lungo, basta che sia presente un 5 o 6 volte. Non c’è bisogno di andare oltre, anzi, la miglior cosa è utilizzare i sinonimi. Se per esempio state scrivendo un articolo sugli “ombrelloni da spiaggia”, variate in: Ombrelloni per spiaggia, obrelloni per la spiaggia, e così via.

Lunghezza del testo

Questo è un argomento che è stato talmente discusso da esserci uscito letteralmente dalle orecchie. Bastano 300 parole. E chi l’ha detto? Yoast SEO il plugin di WordPress? Non è assolutamente vero. Se avete sentito qualcuno che alla domanda; “Quante parole deve avere un articolo?” e vi ha risposto: “Tutte quelle che servono per realizzare un articolo completo al massimo”, ha ragione. Non c’è bisogno di aggiungere nulla. Più un argomento è esaustivo e più si posizionerà bene. Se avete un ecommerce dove vendete occhiali da sole, è ovvio che oltre a parlare della montatura degli occhiali, del materiale di costruzione, delle lenti e del colore degli occhiali, non avrete poi molto da dire. Se tra l’altro, tutti i vostri prodotti sono occhiali da sole tutti uguali e cambiano il colore che cosa ci inventiamo? Dobbiamo semplicemente sforzarci di scrivere una descrizione unica per ogni prodotto la più completa possibile.

Contenuto: Il testo

Fatte le precedenti e dovute chiarezze su alcuni argomenti, eccoci giunti al contenuto vero e proprio e al cosiddetto “contenuto di qualità”. Molti avranno sentito molte risposte su che cos’è o come si fa un contenuto di qualità con un “scrivi in maniera naturale”. Si, effettivamente è così. Ma basta? Diciamo che non è tutto. Scrivere in maniera naturale è la scelta migliore, senza essere troppo tecnici ma puntare subito al sodo senza scrivere un mucchio di cose inutili solo per allungare il testo. Un consiglio spassionato; se ad esempio volete scrivere una guida ad esempio su “Come formattare un PC”, non mettete subito la soluzione all’inizio dell’articolo, primo perché un lettore trova subito la soluzione e se ne va via senza leggere il resto dell’articolo, e secondo perché per una soluzione bisogna arrivarci per gradi, capire bene come fare per risolvere un problema e capire bene come non incappare più in quel problema.
Utilizzate un vostro stile di scrittura; questo è già un ottimo consiglio che posso darvi. Un altro consiglio per realizzare un contenuto di qualità, è leggere altri contenuti. Cosa vuol dire? Vuol dire trovare informazioni. Volete scrivere un articolo, ad esempio, come detto prima, su degli occhiali da sole? Che ci scrivo in questo articolo? Informatevi e trovate argomenti interessanti. Leggete articoli inglesi traducendoli in italiano, leggete le recensioni dei vostri competitor e poi, scrivete il tutto a parole vostre, come se state raccontando una storia ad un vostro amico. Vedrete che invece di 300 parole, riuscirete a scrivere un libro su degli occhiali da sole. Non ci credete? Non è interessante sapere con che macchinari e come vengono realizzate delle lenti per occhiali? Chi ha inventato questo macchinario e che qualità di costruzione hanno al giorno d’oggi queste lenti? Come potete vedere, gli argomenti possono essere tantissimi ma se non ci informiamo, è ovvio che non sapremo cosa scrivere.

Autorevolezza

Questa, in realtà, è la parte più importante dei “contenuti di qualità”; l’autorevolezza del vostro sito web. Far crescere di autorevolezza il vostro sito con i backlink è un ottima soluzione ma se non avete i fatidici contenuti di qualità, i backlink serviranno a poco. Nella mia esperienza, posso assicurarvi di aver visto siti web crescere in visite in maniera spaventosa da persone che di SEO, Web Marketing e backlink non ne sapevano assolutamente nulla. Hanno semplicemente la passione per quello che fanno e soprattutto nello scrivere. I risultati poi, arriveranno da soli. Ci vuole tempo, ma i risultati arriveranno.

Add your Comment

MERABRAPH:

clomiphene 60 pills 25 mg no s...

MERABRAPH:

quality viagra[/url]...

MERABRAPH:

avanafil dapoxetine...

Phybeap:

buy online cialis[/url]...

bleangamn:

cialis online prescription[/url]...

bleangamn:

[/url]...

MERABRAPH:

vardenafil hcl 20mg tab[/url]...

Cosa sono i Core Web Vitals e come si ottimizzano | Guide SEO:

[…] indicatori che si racchiudono nei Core Web Vitals 2020. Dal 2021 faran...

Gli Esperti Italiani: Intervista a Carmine Di Donato | Guide SEO:

[…] i link sono ad oggi uno di quei fattori SEO anche fanno ancora la diff...

Gli Esperti Italiani: Intervista a Stefano Schirru | Guide SEO:

[…] che presentare una strategia di link building in queste poche righe è...

Gli Esperti Italiani: Intervista a Gaetano Romeo | Guide SEO:

[…] mille per la disponibilità a Gaetano, con voi ci rivediamo alla pross...

Gli Esperti Italiani: Intervista a Riccardo Esposito | Guide SEO:

[…] Ciao amici, eccoci al secondo appuntamento per la rubrica dedicata all...

Fattori di ranking che ti fanno posizionare su Google nel 2020 | Guide SEO:

[…] Lavorare su questo aspetto ti assicurerà di certo una migliore conver...

Tutti gli operatori Google per la ricerca avanzata | Guide SEO:

[…] Potrebbe interessarti: Studiare la SEO […]...

Studiare la SEO, da dove si comincia | Guide SEO:

[…] Una volta che avrai appreso le basi della SEO, dovrai imparare anche a...